Seguendo le Mappe, si rincorre

Ora che il Mappe-gate è scemato, ritengo doveroso fare una riflessione seria sull’argomento, considerando anche lo scenario in cui si colloca Apple.

Dicevo in un altro post che il 2012 è stato un anno pregno di appuntamenti per Apple. A Giugno, senza sorprese, è stata presentata la nuova app Mappe, in sostituzione di Google Maps. Non entro nel merito della modalità di sostituzione (per non favorire il nemico o perchè si pensa di essere in grado di fare meglio?) ma certamente qualcosa non è andato per il meglio. Apple ha sbagliato a rilasciare frettolosamente un’app così incompleta e colma di bug. A Giugno è stata presentata e a Settembre è arrivata su moltissimi iDevices con iOS6.

E’ comprensibile la volontà di Apple di voler fornire una nuova esperienza, un prodotto completo e funzionante, sicuramente nel lungo periodo Mappe dimostrerà il suo valore (penso anche ad una versione web) ma la fretta è stata cattiva consigliera. Bastava comportarsi come Siri, presentarla e dire la parola “Beta”, in modo che gli utenti potessero provarla, utilizzarla in modo da fornire ad Apple dati su cui lavorare. Google Maps poteva anche rimanere, in attesa del completamento dell’omonima app Apple. La situazione può solo migliorare, il punto più basso è stato toccato con la lettera di scuse firmata da Tim Cook, dove venivano sponsorizzate altre app che offrivano lo stesso servizio. Da lì si può solo migliorare, tanto che giornalmente vengono rilasciati aggiornamenti in background per l’app Mappe, che cercano di migliorare i difetti di gioventù.

Inserirsi nel mondo delle Mappe non è certamente facile, Apple in questo ambito deve rimboccarsi le maniche e rincorrere. Di solito parliamo di Apple che crea e inventa segmenti (iPod, iPhone, iPad), non siamo abituati a vederla rincorrere la concorrenza (Mappe, tablet 7”). E’ certamente una prova per questa “nuova” Apple.

Concludendo, anche in passato sono stati commessi errori, penso a MobileMe, l’importante per Apple è essere in grado di riconoscere l’errore e di fare di tutto per presentare un prodotto con la frase “it just works”.

Advertisements

One thought on “Seguendo le Mappe, si rincorre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...